LA CERTIFICAZIONE ISO 27001: SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI

LA CERTIFICAZIONE ISO 27001: SISTEMA DI GESTIONE SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI

La norma ISO 27001:2013 fornisce lo scheletro per l’implementazione di un Sistema di Gestione delle Informazioni.

Le informazioni sono un patrimonio e una risorsa per le imprese, che devono essere efficacemente protette perché la dipendenza dai dati informatici le rende vulnerabili a minacce per la sicurezza causate da hacking, perdita dei dati, violazione della privacy.

La perdita delle informazioni, il furto di dati riservati e i danni a documenti strategici possono avere gravi ripercussioni sulle attività delle aziende ed è quindi essenziale proteggere i sistemi di archiviazione attraverso un Sistema di Gestione delle Informazioni certificato (ISMS). Una corretta identificazione dei beni dell’organizzazione (assets) ed un’attenta valutazione dei rischi ad essi collegati consentono di comprendere i potenziali impatti che la perdita di riservatezza, integrità e disponibilità delle informazioni potrebbero avere sull’organizzazione e sui suoi clienti e fornitori.

Riservatezza, integrità e disponibilità sono i tre fondamenti su cui si basa la sicurezza delle informazioni:

  • La riservatezza delle informazioni assicura che le informazioni siano accessibili solo a chi è autorizzato ad averne accesso
  • L’integrità delle informazioni tende a salvaguardare l’accuratezza e la completezza delle stesse e dei metodi di elaborazione
  • La disponibilità assicura che solo gli utenti autorizzati abbiano accesso alle informazioni e ai beni collegati quando richiesto

QUALI SONO I BENEFICI DELLA CERTIFICAZIONE ISO 27001?

Con la ISO 27001 le aziende possono dimostrare a clienti e potenziali clienti, fornitori e azionisti, l’integrità dei vostri dati e sistemi e il grande impegno per la sicurezza delle informazioni. Ciò offre nuove opportunità commerciali con clienti attenti alla sicurezza, migliora l’etica dei dipendenti e rafforza la nozione di riservatezza in tutto l’ambiente di lavoro.

  • identificare e diminuire i rischi per la sicurezza delle informazioni
  • offrire maggiore protezione delle informazioni riservate e ridurre il rischio di attacchi da parte di hacker
  • recuperare rapidamente la piena funzionalità dopo un attacco e aumentare la capacità di sopravvivenza ai disastri
  • adempiere ad obblighi legali e contrattuali
  • assicurare la riservatezza delle informazioni, accessibili solo a chi è autorizzato ad averne accesso
  • salvaguardare l’integrità delle informazioni, cioè l’accuratezza e la completezza delle informazioni e dei metodi di elaborazione
  • consentire l’accesso alle informazioni solo agli utenti autorizzati quando richiesto
  • assicurare la continuità del business, inteso come insieme dei servizi erogati da un’organizzazione alla propria clientela/utenza, anche in caso di incidente alla sicurezza, sia esso accidentale o doloso
  • minimizzare i danni, data l’impossibilità di eliminare il rischio di incidenti
  • massimizzare il rendimento del capitale investito e le opportunità di miglioramento
  • assicurare la continuità dei servizi e minimizzare i danni in caso di incidente.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItalian