Covid-19

POLITICA UNICERT PER COVID – 19

Tutti gli audit di sorveglianza programmati durante il periodo identificato come emergenza o pandemia devono essere effettuati in conformità alle disposizioni del paragrafo 9.1.3.3 della ISO / IEC 17021-1: 2015 che prevede quanto segue:

1.     La data del primo audit di sorveglianza dopo la certificazione iniziale non deve essere programmata oltre 12 mesi dalla data della decisione sulla certificazione.” Fanno eccezione quei casi in cui gli audit di sorveglianza non possono essere effettuati in tempo a causa del COVID-19, l’effettuazione di questi ultimi può essere posticipata per un periodo massimo di 6 mesi qualora si tratti di prima sorveglianza e di conseguenza sino a 18 mesi dalla data di certificazione iniziale);

2.     “Gli audit di sorveglianza devono essere effettuati almeno una volta in un anno solare, ad eccezione degli anni di ricertificazione.” Di conseguenza, nei casi in cui gli audit di sorveglianza non possano essere eseguiti nelle date previste a causa della situazione di emergenza (COVID-19), è consentito estendere il periodo per lo svolgimento di ciascun audit di sorveglianza ad un massimo di 6 mesi , (18 mesi dalla data della cetificazione iniziale per la prima sorveglianza e 30 mesi per la seconda) dalla data di scadenza.

3.     Nelle situazioni di cui sopra, soluzioni alternative possono essere applicate dal team UNICERT, vale a dire:

              I.        Il metodo dell’audit remoto potrà essere applicato ad una parte dell’audit, l’altra parte dell’audit, la valutazione sul campo, sarà eseguita entro un massimo di 6 mesi dalla data programmata iniziale, come previsto in IL 03 “Gestione delle situazioni straordinarie “. Durante il field trip verranno valutati gli aspetti che non sono stati oggetto dell’audit a distanza. Le organizzazioni che si trovassero in questa situazione vedranno estesa la validità del certificato con annotazione sull’Allegato 1 immediatamente dopo il completamento dell’audit remoto.

             II.        In caso in cui gli audit di ricertificazione non possano essere svolti nel normale periodo, a causa dell’epidemia COVID-19, la validità dei certificati rilasciati può essere prorogata di 6 mesi, a condizione che venga effettuato un audit da remoto secondo quanto previsto da IL 03 “Gestione delle situazioni straordinarie”. L’audit da remoto sarà considerato quale prima parte dell’audit di ricertificazione. Se la seconda parte dell’audit di ricertificazione, visita sul campo, non potrà essere completata entro 6 mesi, i certificati verranno ritirati e il processo di certificazione verrà ripreso dall’inizio, come se fosse un nuovo processo di certificazione. Se la seconda parte dell’audit di ricertificazione sarà stata completata con successo, la data di rilascio del certificato sarà la data in cui sarà stata presa la decisione di ricertificazione o una data successiva,

UNICERT ITALIA manterrà registrazioni chiare ed esplicite per tutti i casi in cui siano state applicate le regole di cui sopra, almeno rispetto a quanto di seguito specificato

a.     Elenco delle campionature non eseguite nell’ambito del programma di sorveglianza a causa di COVID-19, che conterranno le seguenti informazioni:

           I.              Anagrafica Cliente;

         II.              Data della prima verifica;

       III.              Informazioni logistiche;

       IV.              Motivazioni che hanno impedito al Team di UNICERT ITALIA di svolgere l’audit (attività sospesa, area chiusa, limitazioni di viaggio, ecc.)

        V.              Periodo di rinvio;

       VI.              Le date pet l’audit remoto e quelle per l’audit loco;

 b.     Elenco delle ricertificazioni non eseguite nell’ambito del programma di ricertificazione a causa di COVID-19, che conterranno le seguenti informazioni:

           I.              Nome del cliente;

         II.              Data della prima nomina;

       III.              Informazioni logistiche;

       IV.              Motivazioni che hanno impedito al Team di UNICERT ITALIA di svolgere l’audit (attività sospesa, area chiusa, limitazioni di viaggio, ecc.)

        V.              periodo di rinvio;

       VI.              Le date pet l’audit remoto e quelle per l’audit loco.

 Tutte queste informazioni vengono registrate e aggiornate continuamente. Su richiesta, le registrazioni verranno fornite ai rappresentanti ACCREDIA.